Uomo in piedi con una mano sulla spalla di un uomo sdraiato di fianco
Ergonomia, Salute e Benessere

Come dormire con il tutore alla spalla

A causa di un infortunio può capitare di ritrovarsi a dovere indossare un tutore alla spalla, e di doverlo tenere sull’articolazione anche per qualche settimana. Il tutore è di fondamentale importanza nel processo di recupero e guarigione, ma limita purtroppo i movimenti. Niente di invalidante però; ciò che più conta è seguire i consigli del proprio medico, non abbattersi e avere una buona dose di pazienza.

E in casi del genere ci si sarà sicuramente chiesti come dormire con il tutore alla spalla, per cercare di trascorrere più o meno serenamente le proprie notti, riposare e alzarsi al mattino abbastanza in forma.

Ecco che allora La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso si presta con piacere a fornirvi qualche indicazione proprio su come dormire con il tutore alla spalla.

Innanzitutto occorre rifarsi a quanto detto dal dottore: il parere degli esperti ha sempre la priorità, forte di competenze e capacità acquisite in anni e anni di studio e di esercizio della professione.

In ogni caso, anche il buon senso può fare la sua parte, e gli accorgimenti che seguono su come dormire con il tutore alla spalla pensiamo abbiano una certa assennatezza.

Prima di mettersi a letto, occorre, se necessario, medicare la spalla, e in presenza di infiammazione e di dolore, applicare del ghiaccio – una ventina di minuti può essere sufficiente – così da intorpidire la zona interessata e darle sollievo: senza dolore sarà più facile addormentarsi.

L’assunzione di farmaci antinfiammatori e antidolorifici, esclusivamente se prescritta dal medico, è di sicura efficacia, ma se il dolore dovesse essere lieve e sopportabile anche qualche tisana riesce a sortire l’effetto desiderato: scegliere quindi l’infuso che si preferisce e attendere fiduciosi l’arrivo del sonno.

Tra le nostre indicazioni su come dormire con il tutore alla spalla, la posizione migliore da assumere a letto, ovvero adagiarsi sul materasso come se ci stesse sedendo in poltrona, poggiando quindi parte della schiena sulla testiera del letto. La posizione reclinata è la più indicata, mentre è da evitare la posizione supina, che schiaccia la spalla e la sbilancia, causandole uno stato di tensione tutt’altro che piacevole.

E per dare stabilità alla spalla anche di notte, ricordarsi di portare la tracolla: spesso nel sonno ci si muove, a volte bruscamente, e la presenza della tracolla aiuta a contenere i danni causati da movimenti incontrollati.

E tra le nostre dritte su come dormire con il tutore alla spalla c’è spazio anche per i cuscini e per il loro utilizzo, perché è fortemente consigliato poggiare proprio su un cuscino l’arto infortunato, dal gomito alla mano, facilitando così la circolazione del sangue. Non meno utile è poi circondarsi di altri cuscini, per parare i colpi qualora nel sonno ci si muovesse senza rendersene conto.

Ovviamente la fisioterapia gioca un ruolo a dir poco fondamentale nel recupero e nella guarigione della spalla, e sarebbe assai negativo saltarne le eventuali sedute.

Noi de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso, in quanto a reti letto, materassi e cuscini, abbiamo maturato un esperienza pluridecennale, e saremmo capaci di darvi preziose informazioni se mai voi aveste la sfortuna di incappare in un infortunio alla spalla e vi trovaste costretti a fare un acquisto, magari un nuovo materasso, o qualche cuscino, per dormire bene anche con un tutore addosso.

Il nostro negozio di Milano si trova in Piazzale Biancamano 1, con tutto il personale pronto a rispondere alle vostre esigenze.

A voi non resta che venire a trovarci, noi vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.