Uomo all'aperto appena sveglio che stende le braccia
Salute e Benessere

Come svegliarsi riposati

Non è poi così scontato aprire gli occhi al mattino e sentirsi nel pieno delle proprie forze. Capita spesso infatti di mettere i piedi giù dal letto e di avere il desiderio di riaddormentarsi, perché si accusa sin da subito una certa stanchezza. E allora, come svegliarsi riposati?

In linea di massima ciò che più conta è essere regolari nelle proprie abitudini, in modo che l’organismo riesca a riconoscere i vari momenti delle giornata e vi si possa adattare al meglio.

In ogni caso, qualche consiglio da parte de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso su come svegliarsi riposati avrà sicuramente la sua utilità.

Prima di ogni altra cosa, bisogna prendersi cura della fase che precede l’addormentamento, quindi, a cena, evitare pasti pantagruelici che renderebbero alquanto laborioso il processo digestivo, con conseguente difficoltà a prendere sonno. Contenersi poi nel consumo di alcolici e se possibile smettere di bere il caffè, almeno a sera. È giusto però mantenersi idratati, così da non essere svegliati dalla sete, ed è altrettanto giusto non bere troppo acqua, per non finire in bagno più volte nel corso della notte.

Sovraccaricarsi di lavori domestici prima di andare a dormire non aiuta di certo mente e corpo a distendersi: sarebbe meglio sbrigare le varie faccende nell’arco della serata, senza concentrare gli sforzi in quella fascia oraria da dedicare invece alla preparazione del sonno.

E a ben vedere anche la camera da letto gioca la sua parte nei suggerimenti su come svegliarsi riposati. Sarebbe infatti buona norma arieggiare l’ambiente, e rendere in generale la stanza il più confortevole possibile, sia per quel che riguarda la temperatura – una notte al caldo o al freddo non è il contesto ideale per un sonno di qualità – che per le luci, meglio se basse e calde.

E una volta a letto, tenersi alla larga dai dispositivi elettronici, computer, tablet o smartphone, che affaticando occhi e mente complicano l’addormentamento. Un libro invece potrebbe accompagnare l’organismo verso il sonno: la lettura culla i pensieri e li ottunde, spianando la strada al riposo notturno. E se proprio non si può fare a meno di un film, accantonare se non altro le trame adrenaliniche e la loro raffica di emozioni forti, che tengono sempre sull’attenti il nostro sistema nervoso.

Uno dei consigli più importanti su come svegliarsi riposati passa per la sveglia, o meglio, per il rapporto da instaurare con l’orario della sveglia. Infatti i giorni della settimana, sabato e domenica compresi, dovrebbero vederci in piedi alla stessa ora, che equivarrebbe a dare all’organismo una tabella di marcia regolare, scandendo bene la fase diurna e quella diuturna: ne guadagnerebbe anche il ritmo circadiano, e con esso la nostra salute. Vale lo stesso per l’ora in cui si va a letto: puntualità e costanza sono i migliori alleati per l’equilibrio psico-fisico.

Certo, dormire a sufficienza è fondamentale, secondo gli esperti sono necessarie 8 ore all’organismo per riposare e rigenerarsi, anche se c’è chi si sente in forma con qualche ora di sonno in meno e chi invece esclusivamente con qualche ora in più.

Sia come sia, pur seguendo alla lettera i nostri suggerimenti su come svegliarsi riposati, non si può ottenere il risultato desiderato se non si dispone di un sistema letto all’altezza, con rete, materasso e cuscini che soddisfino in pieno le proprie esigenze.

Noi de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso, grazie a un’esperienza ormai pluridecennale nel settore, abbiamo per voi tutte le indicazioni del caso: il mondo del sonno, del dormire bene, è il nostro ambito di competenza, a voi non resta che venire a trovarci nel nostro negozio di Milano, in Piazzale Biancamano 1. Siamo certi di non deludervi.

Intanto vi aspettiamo, e speriamo di vedervi presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.