Lifestyle, Salute e Benessere

Dormire insieme. Qualche consiglio per il buon sonno di coppia

dormire bene insieme

Nella vita di coppia perché tutto vada per il meglio o quasi diventa fondamentale trovare l’equilibrio tra le parti, impresa, in alcuni casi, quanto mai ardua, soprattutto se si riscontrano difficoltà anche nel dormire insieme. Del resto si sa, un buon sonno è la condizione senza la quale la giornata a venire rischia di essere un campo minato di insidie, tra stanchezza e nervosismo. Non si può quindi prescindere dal dormire bene, e se si è in coppia, dal dormire bene in due.

Tra i partner c’è chi è abituato a dormire troppo, e chi a dormire poco; chi per via di un sonno polifasico ha quindi nella notte un sonno agitato, e chi invece ha un sonno profondo; c’è chi preferirebbe dormire abbracciati e chi dormire nudi; e quando a volte c’è da fare i conti anche con il sonno di un neonato, il tanto agognato buon riposo notturno rischia di diventare davvero una chimera.

Ecco perché, per il benessere della coppia, qualche consiglio per dormire bene insieme può tornare veramente utile.

Innanzitutto, la logistica. O meglio, la scelta condivisa dai due partner del sistema letto, ovvero base letto, rete letto, materasso e cuscini: quando ci si stende consapevoli di riposare su di un letto che risponde in tutto e per tutto alle esigenze della coppia, si è già fatto un bel passo avanti verso un sonno di qualità. E, particolare non da poco, anche se mossa impopolare, si può pensare di dormire insieme con due coperte, una ciascuno, evitando così che uno nella notte scopra l’altro e che questi spazientito e per ripicca si riprenda la coperta tenendosela tutta per sé.

E poi, andare a letto più o meno nello stesso momento: se non ci si sincronizza nel mettersi sotto le coperte, chi si corica dopo rischia di disturbare chi si è coricato prima, sonno leggero o sonno pesante a parte. In ogni caso, sincronizzarsi nell’andare a dormire ha sempre i suoi benefici, perché oltre a rafforzare il senso di condivisione e di intimità, a sentir gli esperti pare faccia anche salire le probabilità che i due si addormentino e si risveglino insieme.

Ancora, evitare a letto smartphone, tablet e PC, che al buio, per via della loro luce artificiale, dilatano le pupille, alterando il ritmo circadiano e la produzione di melatonina di chi invece pensa di conciliare il sonno con dispositivi elettronici di vario genere.

Ci sono infatti metodi ben più efficaci e piacevoli per approcciarsi serenamente alla notte a venire, e tra questi uno su tutti: fare l’amore. L’orgasmo fa sì che l’organismo rilasci endorfine e dopamina, due neurotrasmettitori prodotti dal cervello che tra le altre cose aiutano a ridurre lo stress e a calmare il corpo, ponendo la coppia nella migliore delle condizioni per una gran bella dormita.

Basta quindi qualche accorgimento e prendersi cura l’uno dell’altro: dormire insieme deve essere anche e soprattutto dormire bene. Per la salute della coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *