Materasso bianco in memory foam
Salute e Benessere

Manutenzione del materasso in memory foam

La cura dei nostri oggetti passa anche e soprattutto per la loro manutenzione, e le attenzioni che rivolgiamo loro sono sinonimo di conservazione nel tempo.

In questo senso, la manutenzione del materasso in memory foam diventa fondamentale se vogliamo garantire al nostro sonno quella qualità che se venisse a mancare renderebbe le nostre giornate impietose, tra sonnolenza, spossamento e una sensazione diffusa di stanchezza.

In ogni caso e per chi non lo sapesse, i materassi in memory foam sono composti da una schiuma – foam – in poliuretano, la cui particolarità è quella di adattarsi velocemente alla conformazione del corpo che vi si stende sopra, memorizzandone – memory – la forma.

In primis, però, nella manutenzione del materasso in memory foam non si può prescindere da una corretta aerazione: il materasso è bene venga collocato sempre su delle doghe, di certo più adatte al riciclo dell’aria che non un’eventuale base in pezzo unico.

Non basta infatti lasciarlo ad arieggiare privo di rivestimento, di coprimaterasso e di lenzuola; per quanto una simile operazione abbia la sua importanza soprattutto se eseguita con regolarità, quindi più o meno ogni due settimane e volta per volta per una mezz’ora circa, perderebbe di valore se il materasso stesso non potesse respirare perché posto su una base del tutto priva di fessure.

E a proposito di coprimaterasso e di lenzuola: la manutenzione del materasso in memory foam vuole che al momento del loro cambio la stanza da letto venga fatta arieggiare a sua volta, senza troppo badare alla temperatura esterna. A dirla tutta però sarebbe questa una pratica da seguire giorno per giorno: non dimentichiamoci che la stanza da letto è il luogo in cui trascorriamo un terzo circa della nostra vita, e assicurarle un riciclo quotidiano dell’aria è quanto di meno si possa fare: ne va della nostra salute.

Capitolo pulizia. Se a sentir gli addetti ai lavori il rivestimento in tessuto del materasso va lavato una volta all’anno seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate in etichetta, una frequenza di lavaggi maggiore è invece richiesta per il materasso in sé e per sé: l’aspirapolvere resta un buon alleato soprattutto nella lotta agli acari. Mentre un panno imbevuto leggermente di acqua e sapone può esser passato sull’intera superficie del materasso senza correre rischi di sorta, a meno che l’umidità non penetri al di sotto della superficie stessa.

Per quel che riguarda invece le macchie, il bicarbonato è un buon rimedio: va prima applicato con un panno inumidito, e successivamente rimosso con cura. Così facendo si viene a capo anche delle chiazze di muffa. Mentre per le macchie di sangue occorre l’acqua ossigenata.

Ancora, se al bicarbonato si aggiungono l’aceto e il limone a desistere saranno i cattivi odori.

E tra i consigli che La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso si sente di dare sulla manutenzione del materasso in memory foam, il capovolgerlo appena necessario se presenta una superficie estiva e una invernale, e il ruotarlo in modo che dove prima era il capo ci sia ora la coda, perché non si crei qualche spiacevole squilibrio in quanto all’uniformità e alla consistenza.

Per il resto, ci trovate come sempre nel nostro negozio di Milano in Piazzale Biancamano 1.

Fidatevi di noi, e sapremo come accontentarvi. Non ve ne pentirete.

Vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.