Donna a letto sveglia e con gli occhi quasi sbarrati
Salute e Benessere

Paralisi del sonno. Cause e rimedi

La sensazione che si prova quando al risveglio o prima di addormentarsi si è coscienti ma non si riesce a muovere nemmeno un muscolo è tutt’altro che gradevole, e basta averla sperimentata anche una sola volta per ricordarsene per diverso tempo.

Si tratta di un fenomeno chiamato paralisi del sonno, dalla durata variabile – si va da qualche secondo a qualche minuto – e che una volta terminato non lascia strascichi di alcun tipo. È bene però non sottovalutarne la cadenza, soprattutto se si ripresenta con una certa frequenza, e nell’eventualità consultare il proprio medico.

In realtà la paralisi del sonno è un effetto fisico con una sua normalità, perché si verifica spesso nella fase REM, durante la quale al rapido movimento degli occhi e al battito cardiaco accelerato si accompagna l’atonia muscolare.

Quando però la paralisi del sonno si verifica al risveglio si è di fronte a un caso di paralisi ipnopompica, quando si verifica prima di addormentarsi si è invece di fronte a un caso di paralisi ipnagogica.

In un caso e nell’altro può capitare di vivere stati di ansia e di angoscia, se non di sperimentare delle vere e proprie allucinazioni, in particolare quando i sogni, tipici della fase REM, si prolungano nella stato di veglia, o addirittura sembrano presentarsi ancor prima di addormentarsi: i confini tra realtà e attività onirica sfumano, e si è preda di qualcosa di simile a delle visioni.

A sentire gli esperti, tra le cause della paralisi del sonno bisogna annoverare l’insonnia e la privazione del sonno, ma anche l’alterazione del ritmo circadiano, ovvero l’alternanza sonno-veglia. Non aiutano nemmeno la caffeina, la teina, l’alcol e il tabacco, oltre che gli eccessi alimentari, che a prescindere dal presentarsi della paralisi del sonno non sono tra i migliori alleati per un sonno di qualità.

Non esistono rimedi precisi alla paralisi del sonno; se mai si può provare a prevenirla seguendo delle piccole accortezze. Intanto è necessario dormire per circa otto ore per notte, cercando di andare a letto sempre alla stessa ora, in modo da garantire alla mente e al corpo un adeguato riposo. Prima però si può pensare di bere una tisana rilassante, che facilita l’addormentamento. Stirare i muscoli sarebbe poi un’altra buona abitudine, così come fare un bagno caldo, e una volta a letto, adagiati sul materasso più adatto alle proprie esigenze – e in questo senso noi de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso siamo in grado di fornirvi tutti i consigli del caso – tenere i piedi rialzati, poggiandoli magari su un cuscino.

Sia come sia, La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso e tutto il suo personale vi aspettano nel negozio di Milano, in Piazzale Biancamano 1

Venite presto a trovarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.