Salute e Benessere

Sonno leggero e sonno profondo

Le ore che trascorriamo dormendo non sono tutte uguali, e non a caso sentiamo spesso parlare di sonno leggero e sonno profondo: mentre dormiamo, infatti, l’intensità del nostro sonno è tutt’altro che uniforme, essendo soggetta a variazioni degne di nota.

Nel corso della nostra dormita sonno leggero e sonno profondo si avvicendano, osservando delle vere e proprie fasi. Quattro, per lo specifico, ovvero tre fasi NREM, Non-Rapid Eye Movement, e una REM, Rapid Eye Movement.

L’avvicendarsi di sonno leggero e sonno profondo prevede una prima fase di sonno leggero, durante la quale le onde cerebrali rallentano e il corpo via via si rilassa. Si tratta di una fase brevissima, dalla durata media di circa una decina di minuti.

Alla fase 1 subentra la fase 2, da considerarsi l’inizio del sonno profondo: il cervello rallenta ulteriormente la sua attività, e il corpo si ritrova a essere completamente rilassato. Nella fase 2 il battito cardiaco scenderà, e a scendere sarà anche la temperatura corporea. Siamo di fronte a una fase del sonno lunga, se si considera che pare corrisponda a più o meno la metà del tempo complessivo trascorso dormendo.

E nella nostra analisi del sonno leggero e sonno profondo passiamo ora alla fase 3, che riveste una certa importanza, almeno nella misura in cui contribuisce all’innalzamento delle difese immunitarie, alla crescita ossea e muscolare, e alla rigenerazione dei tessuti eventualmente danneggiati. È questa una fase particolarmente importante soprattutto per i bambini e gli adolescenti, soggetti, diversamente dagli adulti, alla crescita del loro organismo.

Superate le prime tre fasi, si va incontro alla quarta, la fase REM, nota per essere la fase del sonno più profondo. Ma quanto deve durare la fase REM del sonno? Più o meno un quarto d’ora, con tanto di attività onirica. Come da acronimo, REM, nella fase 4 gli occhi si muovono appunto rapidamente, e non sono i soli a essere particolarmente impegnati: infatti il battito cardiaco accelera, la pressione sanguigna sale, il respiro capita si faccia affannoso, o comunque irregolare, e gli arti si irrigidiscono.

È bene però chiarire che l’avvicendarsi di sonno leggero e sonno profondo equivale a un ciclo del sonno, della durata di circa 90 minuti: nel corso del nostro sonno ci saranno altri cicli, con la crescita graduale, nel minutaggio, della fase REM, a discapito della fase NREM.

Sia come sia, non sono in pochi a chiedersi come si fa ad aumentare il sonno profondo… La risposta è più semplice di quanto si possa immaginare, perché, in ogni caso, il sonno profondo dipende immancabilmente dal sonno leggero, e quindi si deve guardare alla qualità del sonno nella sua interezza. Ciò che conta è uno stile di vita sano ed equilibrato, con particolare attenzione all’alimentazione, all’attività fisica e anche allo svago, che aiuta a lenire i carichi di stress accumulati nel corso delle giornate.

E poi, un buon sonno non può che passare anche da un sistema letto di tutto rispetto, che è del resto il nostro ambito di competenza: noi de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso siamo esperti in materia, grazie all’esperienza maturata nel settore da tantissimo tempo a questa parte.

E se vi andasse di fare la nostra conoscenza, anche magari per avere da noi qualche consiglio su un eventuale acquisto, potreste venire a farci visita nel nostro negozio di Milano, in Piazzale Biancamano 1: saremmo ben contenti di darvi tutti i consigli del caso, anche perché reti letto, materassi, cuscini e simili per noi non hanno nessun segreto… E se mai vi interessassero, abbiamo anche sedute ergonomiche di prima qualità!

Che altro aggiungere se non che vi aspettiamo? Grazie per il tempo trascorso con noi leggendoci, speriamo di avervi presto in negozio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.