Ragazza a letto addormentata, con un libro tra le mani
Salute e Benessere

Come addormentarsi velocemente

Dopo una giornata di impegni, tra lavoro, studio e altre attività, non resta che addormentarsi per recuperare tutte le energie psico-fisiche. Non è però così scontato sprofondare immediatamente nel sonno, anzi. Sono tante le persone che faticano a finire in un breve lasso di tempo tra le braccia di Morfeo. Ecco perché qualche consiglio su come addormentarsi velocemente può tornare utile.

Intanto, non eccedere con la cena, perché se il processo digestivo si ritrova a essere particolarmente impegnato nello svolgere la sua mansione, parallelamente l’organismo non avrà modo di raggiungere la tranquillità necessaria che prepara a una notte di sonno.

Secondariamente, assicurarsi che la stanza in cui si dorme sia stata ben areata e rinfrescata: l’aria pesante non è di certo un buon alleato dell’addormentamento, e in più, come è noto, il corpo che si approssima a dormire abbassa la propria temperatura, anche grazie al lavoro svolto dalla melatonina, il famoso ormone del sonno. Ovviamente una stanza con la temperatura che si ritiene più adatta alle proprie esigenze non richiede all’organismo uno sforzo ulteriore per abbassare i gradi centigradi del corpo. Si può inoltre pensare di dare un buon profumo all’ambiente, magari utilizzando la lavanda, che pare sia in grado di distendere i nervi.

Lungo questa falsa riga, anche una doccia calda sa dare buoni frutti: quando si ritorna in contatto con la temperatura esterna, inevitabilmente si abbassa anche la temperatura corporea, il che spiana la strada a un rapido addormentamento.

E tra i consigli su come addormentarsi velocemente, quello di non restarsene stesi a letto se il sonno tarda ad arrivare: meglio mettersi a fare qualcosa che richieda uno sforzo, seppur minimo, cerebrale e manuale, come per esempio il riordinare una stanza, o anche solo una scrivania, per distendere la tensione mentale e fisica. Sono invece da evitare assolutamente tutti i dispositivi elettronici, smartphone, tablet e pc, i raggi blu dei cui schermi impediscono alla melatonina di fare il suo corso. Leggere un libro o ascoltare della musica che è solitamente in grado di rilassare è ovviamente consigliato: il cervello ha bisogno di distogliere l’attenzione dal fatto che il sonno non arriva.

A far presente che si è ancora svegli contro la propria volontà, c’è poi l’orologio, una sentinella tutt’altro che rassicurante. La soluzione è quella di nasconderlo, perché così facendo lo sguardo non andrà a caderci sistematicamente su, aumentando la preoccupazione per il sonno che latita.

Nella nostra serie di suggerimenti su come addormentarsi velocemente trova posto anche una pratica piacevole a prescindere, ovvero immaginare uno o più luoghi sinonimo di pace e benessere, come una distesa di verde, un lago dalle tinte fiabesche, una spiaggia deserta o qualsiasi altro posto riesca a far spuntare il sorriso al solo figurarselo: via via l’organismo sembra connettersi con tutti i sensi al luogo immaginato, e in una specie di torpore lascia il passo al sonno.

Esistono poi anche precisi esercizi di respirazione, che portano a un aumento di ossigeno nel sangue, al rallentamento del battito cardiaco e a un incremento di anidride carbonica nei polmoni, quindi al crearsi del presupposto psico-fisico più indicato all’addormentamento.

In ogni caso, se vi capitasse di venire nel nostro negozio di Milano, in Piazzale Biancamano 1,  noi de La Cicogna Materassi – Bottegone del Materasso avremmo il piacere di condividere con voi tutto il nostro bagaglio di conoscenze sul mondo del dormire, magari dandovi all’occorrenza qualche dritta che vi porti a scegliere la rete letto, o il materasso, se non semplicemente il cuscino più consono alle vostre esigenze…

Noi abbiamo dalla nostra un’esperienza pluridecennale nel settore, oltre a una grande passione per il nostro lavoro.

Vi stiamo già aspettando! A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.