Lifestyle

Come pulire l’ecopelle bianca

come pulire l'ecopelle bianca

L’ecopelle negli anni ha trovato una grande diffusione, soprattutto perché è molto più economica della pelle vera e propria e perché non richiede una manutenzione particolarmente impegnativa.

Se però si possiede indumenti, borse, sedie, divani o per esempio un letto con testata cotonné in ecopelle bianca, capita spesso di dover far fronte a macchie e sporcizia.

Qui di seguito troverete quindi qualche utile e pratico consiglio su come pulire l’ecopelle bianca.

Intanto è necessario precisare che è sicuramente meglio lavare l’ecopelle a mano, e non in lavatrice, a parte i rari casi in cui l’etichetta suggerisca il contrario.

Sia come sia, si può procedere con un panno in cotone o in microfibra, inumidito con acqua e sapone neutro, da strofinare con delicatezza su macchie e sporcizia. Dopo, un panno asciutto servirà per asciugare.

Il latte detergente è un’altra risorsa in risposta alla domanda su come pulire l’ecopelle bianca. È importante che il latte venga assorbito dal prodotto su cui viene strofinato; infatti, oltre a ripulire e lucidare la superficie, ha nelle sue caratteristiche la capacità di nutrirla, garantendone la conservazione nel tempo.

Un utile alleato è il sapone di Marsiglia, da applicare però con una spugna: il risultato ottenuto sarà più che soddisfacente, perché, eliminate macchie e sporcizia, si sentirà sull’ecopelle il classico profumo di pulito.

E per quanto possa sembrare insolito, si può ricorrere anche a una gomma pane, insistendo sulla macchia che si vuole eliminare. Alla fine dello strofinio, passare prima un panno umido sulla zona interessata e successivamente un panno asciutto.

C’è spazio anche per un rimedio naturale, tra i nostri consigli su come pulire l’ecopelle bianca: acqua e aceto bianco in miscela, e un panno in microfibra… Non serve altro.

E se lo sporco è ostinato, mai perdersi d’animo, soprattutto se in casa si dispone di un po’ di alcool, di solvente per le unghie e di uno sgrassatore universale.

L’alcool è infatti adatto a rimuovere anche le macchie più difficili, come quelle dell’inchiostro: basta versarne qualche goccia su un panno, sfregare dove richiesto, asciugare… E il gioco è fatto.

Altrettanto efficace è il solvente per le unghie; ricordarsi però di applicarlo con un batuffolo di cotone e di strofinare senza troppa foga.

E ultimo, ma non per importanza, lo sgrassatore universale. Che non tradisce mai. Qualche spruzzo e qualche minuto di attesa perché agisca sullo sporco; dopo, una leggera passata con una spugna umida per poi concludere asciugando il tutto con un panno.

Ecco come pulire l’ecopelle bianca. In fondo, è molto più facile di quanto non sembri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *